Sakine Cansiz: frammento di vita dal film Primavera in Kurdistan

Posted on January 16, 2013

0


Qui un breve estratto dal film Primavera in Kurdistan di Stefano Savona (2006) in cui Sakine Cansiz, una delle tre donne del movimento kurdo assassinate a Parigi il 9 gennaio, dialoga con un’amica raccontandoci la loro storia nel Pkk.

Primavera in Kurdistan – Sakine Cansiz

Per continuare con la visione:

Sinossi

Il regista Stefano Savona raggiunge il nord dell’Iraq poco dopo la caduta del regime di Saddam Hussein. Se per i curdi dell’Iraq è iniziata una nuova era, la lotta per il riconoscimento dell’identità del popolo curdo in Turchia entra in una fase ancora più difficile. Il regista intraprende un viaggio lungo un mese insieme a un’unità di combattenti del PKK per raggiungere il confine con la Turchia. Durante il viaggio, fatto di lunghe marce tra panorami meravigliosi e incontaminati di montagna, il gruppo passerà qualche giorno in un campo femminile nel quale si preparano le combattenti alla lotta per la libertà e si educano gli uomini a una mascolinità rispettosa del ruolo femminile nella società. Raggiunto il confine, i guerriglieri vanno incontro alla loro guerra e, in molti casi, alla morte. L’intero viaggio è narrato dal punto di vista di Akif, curdo figlio di emigrati in Germania, che ha lasciato l’Europa per ricercare le proprie origini e lottare per il suo popolo.

Advertisements
Posted in: Articoli