‘Donne si incontrano in Mesopotamia’: campo di lavoro e conoscenza in Turchia-Kurdistan Turco (15-26 settembre)

Posted on July 22, 2011

0



CAMPO DI LAVORO E CONOSCENZA IN TURCHIA

(SUD-EST DELL’ANATOLIA, REGIONE DEL KURDISTAN TURCO)

‘Incontro con le donne in Mesopotamia’  

Le associazioni italiane Europa Levante e Pangea Mundi organizzano un campo di lavoro e conoscenza nella città di Diyarbakir – Amed, nella regione del Kurdistan turco (Sud-Est dell’Anatolia), dal 15 al 26 settembre 2011.

Il campo si terrà presso la sede della Bağlar Kadin Koperatifi, una cooperativa di donne situata nella municipalità di Bağlar che dal 2005, in maniera esemplare, si occupa di fornire corsi di formazione, sostegno legale e psicologico alle donne di Diyarbakir appartenenti a famiglia disagiate.

Scopo del campo è di far conoscere e condividere le attività della cooperativa di donne.

La  Bağlar Kadin Koperatifi sarà inoltre presente al Mesopotamia Social Forum (MSF) di Diyarbakir,  sia come relatrice in alcune tavole rotonde che con stand informativi e  gastronomici.

La prima edizione del MSF, nel 2009, ha visto la partecipazione di rappresentanti del Forum Sociale Mondiale e di attivisti, organizzazioni provenienti da tutto il mondo, in particolare dal Medioriente e dall’Europa (per info sul MSF vedi: http://www.mesopotamia-ita.com/msf/msf-it/index.htm).

I partecipanti al campo supporteranno le donne nei preparativi  degli stand e potranno prendere parte agli incontri e  alle attività del MSF.

Durante il periodo del campo sono previsti incontri con diverse associazioni culturali e sociali della città di Diyarbakir.

Il vitto  e l’alloggio saranno offerti  dalle famiglie delle donne della cooperativa, per condividere con loro abitudini ed esperienze di vita, e al tempo stesso conoscere dall’interno una particolare realtà sociale della città di Diyarbakir.

Per partecipare al campo non sono richiesti requisiti particolari, se non il desiderio di vivere un’esperienza di crescita culturale, di confronto e solidarietà con altre culture e altri popoli. E’ tuttavia necessario avere compiuto il 18esimo anno di età.

La mediazione linguistica sarà in inglese e in italiano.

Prima della partenza è previsto un momento di formazione (una giornata). Il giorno e il luogo saranno concordati con I partecipanti.

La quota di iscrizione per il campo è di 350 euro. A tale somma va aggiunto il prezzo del biglietto aereo (circa 200 euro, se prenotato in tempo).

SCHEDA CAMPO

TITOLO : ‘ Incontro con le donne in Mesopotamia’

LUOGO DI REALIZZAZIONE: città di Diyarbakir, Sud-Est della Turchia (regione del Kurdistan turco)

PARTNER LOCALE: Bağlar Kadin Koperatifi – Cooperativa delle Donne di Bağlar (per maggiori informazioni sulla cooperativa e sulla città di Diyarbakir, vedi schede).

SEDE DEL CAMPO: sede della Bağlar Kadin Koperatifi (Cooperativa delle Donne di Bağlar)  e il Sumer Park dove avrà luogo il Mesopotamia Social Forum (MSF).

DURATA: 12 giorni  (11 notti)

PERIODO: 15 – 26 settembre 2011

NUMERO DEI PARTECIPANTI: minimo 8 – massimo 10.

DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA’ :

Il campo sarà articolato in due fasi:

Nei primi cinque giorni i/le volontari/e conosceranno la realtà della Cooperativa e prenderanno parte ai progetti ed alle attività in corso (atelier tessile, corsi di lingua inglese, di lingua kurda e di informatica, attività ricreative).

In preparazione al Forum si prevedono inoltre attività collaterali di organizzazione dello stand con i materiali informativi della cooperativa e di alcuni prodotti culinari.

La seconda parte del campo (20-25 settembre) coinciderà con il Mesopotamia Social Forum dove i/le volontari/e insieme alle donne della cooperativa parteciperanno all’allestimento e alla gestione degli stand e  prenderanno parte alle discussioni e attività del Forum Sociale.

Nel corso dei dodici giorni sono previsti inoltre incontri con altre cooperative e associazioni di donne presenti nella città di Diyarbakir così come visite a varie realtà associative e organizzazioni della società civile kurda, quali ad esempio l’Associazione per i diritti umani (IHD);  il centro culturale Tigri e Eufrate (Dicle – Firat Merkezi); l’associazione dei cantastorie kurdi (Dengbej Evi); GŐC-DER Associazione per l’Assistenza ai Migranti, la Cooperazione Sociale e la Cultura; l’Associazione delle Madri della Pace (Baris Anneleri).

Durante il periodo del MSF i/le volontari/e avranno la possibilità di usufruire di una giornata libera per visitare la città e i suoi immediati dintorni.

VITTO (colazione e cena) E ALLOGGIO: in famiglia.

LINGUA RICHIESTA: conoscenza (seppur minima) dell’inglese.

COSTO: 350 euro (in cui sono comprese le quote per le famiglie ospitanti e per la cooperativa di  Bağlar) + biglietto aereo (circa 200 euro se prenotato con un certo anticipo).

SCADENZA ISCRIZIONE: 18 agosto 2011.

DOCUMENTI NECESSARI: In Turchia si può viaggiare con un semplice documento di identità valido per l’estero. Il passaporto non è obbligatorio, ma è preferibile.

Per qualsiasi ulteriore informazione e per le prenotazioni, contattare:

workcamp.europalevante@gmail.com

workcamp.pangeamundi@gmail.com

INFORMAZIONI

La città di Diyarbakir

Diyarbakir (in kurdo ‘Amed’)  è il capoluogo della regione del Sud-Est della Turchia ed è una città storica che conserva un ricco patrimonio artistico-culturale. Diyarbakir conta oggi oltre un milione di abitanti. Sono molte le famiglie che vivono al di sotto della soglia di povertà. Molte sono famiglie di sfollati interni, riversatisi nelle grandi città del Sud-Est a partire dagli anni ’90, quando l’esercito turco, nel corso degli scontri militari con i guerriglieri del PKK, ha sgomberato e in alcuni casi incendiato oltre 4000 villaggi kurdi. In quel periodo Diyarbakir ha conosciuto una crescita esponenziale della popolazione passando da circa 600 mila abitanti al milione di oggi.

Bağlar Kadın Kooperatifi – Cooperativa delle donne di Bağlar

E’ una cooperativa al femminile, fondata nel dicembre 2005 da sette donne. L’obiettivo primo della cooperativa è sostenere le donne appartenenti a famiglie disagiate della città di Diyarbakir, nel raggiungimento di un’indipendenza economica, primo passo verso un’indipendenza e libertà più ampie nelle altre sfere della vita sociale e privata. La missione della cooperativa è la ri-costruzione di una società che veda una partecipazione più attiva ed efficace della donna nella vita economica, sociale e culturale.  La cooperativa ha sede a Bağlar, uno dei quartieri poveri di Diyarbakır. Le donne che vi lavorano sono tutte volontarie.

Le attività principali della cooperativa sono:

  • sostenere le donne nella ricerca di lavoro e nell’apertura di microimprese. Negli ultimi anni la cooperativa ha promosso l’apertura di una locanda e di un atelier tessile
  • organizzare corsi di formazione. La formazione rivolta alle donne è intesa anche come presa di coscienza del valore di essere donna, dei propri diritti, della possibilità di essere protagonista attiva e motore nella società;
  • supporto legale e sostegno psicologico. Sono ancora molte le situazioni di sottomissione alla volontà maschile e di violenza familiare. La cooperativa fornisce aiuto alle donne che subiscono violenze, fisiche e non.

Oltre alle specifiche attività offerte, la cooperativa è diventata anche un punto d’incontro per le donne del quartiere che vi si ritrovano per bere un çay (tè), chiacchierare, confrontarsi

Scheda di adesione

 

WORKING AND SOLIDARITYCAMP IN TURKEY

(SOUTH-EASTERN ANATOLIA, KURDISTAN REGION)

‘MEETING WITH WOMEN IN MESOPOTAMIA’

15-26th September 2001

The italian associations ‘Europa Levante’ and ‘PangeaMundi’ in cooperation with Bağlar Kadın Koperatifi organize a Working and Solidarity camp in the city of Diyarbakir(Amed) in the Kurdistan region of Turkey (South-Eastern Anatolia) from September 15th to 26th 2011.
The camp will be held at the head office of the Bağlar Kadın Koperatifi: a cooperative of women located in the municipality of Bağlar (one of the five districts of Diyarbakır) that in an exemplary manner since 2005 has provided training courses in different subjects, legal and psychological support to women belonging to poor families in Diyarbakir.
The purpose of the camp is to introduce and share the activities of the cooperative and to participate with women and girls in the second edition of the Mesopotamia Social Forum (MSF) ofDiyarbakir (September 20th-25th).

The Bağlar Kadın Koperatifi will be involved in the Mesopotamia Social Forum (MSF) both as a speaker in some round tables and with information and food stands.

The first edition of MSF in 2009 was attended by representatives of the World Social Forum, activists and organizations coming from all around the world  especially from the Middle East and Europe(http://www.msf.web.tr/msf-en/ ).

The international volunteers will support the women in preparing the stands and will take part in meetings and activities of the MSF.
During the period of the camp meetings with different cultural and social associations of the city of Diyarbakir are scheduled.
Accommodation and meals will be offered by the families of the women of the Bağlar cooperative in order to share with them their habits and life experiences and learn at the same time about a particular social reality of the city of Diyarbakir.
There are no particular requirements to participate in the working camp but the desire to live an experience of cultural growth, of sharing and solidarity with other cultures and peoples.

It’s however required to be 18 years old.
Linguistic mediation will be in English and Italian.

Before departure the participants will have all the necessary information  about Kurds inTurkeyand the city ofDiyarbakir.

The registration fee for the Working camp is 350 Euros. To this sum must be added the price of the flight (about 250 Euros if booked well in advance).

WORKING and SOLIDARITY CAMP FORM

TITLE: ‘Meeting with women inMesopotamia’

COUNTRY: city ofDiyarbakir, South-Eastern Turkey,Kurdistan region.

LOCAL PARTNER: Bağlar Kadın Koperatifi – Bağlar Women’s Cooperative (for information on the Cooperative and the city ofDiyarbakir see below).

WORKING CAMP PLACE: head office of the Bağlar Kadin Koperatifi (Bağlar Women’s Cooperative) and  SumerPark where the Mesopotamia Social Forum (MSF) will be held.

TIME: September 15th – 26th  2011 (12 days; 11 nights)  

NUMBER OF PARTICIPANTS: minimum 8 – maximum 10.

ACTIVITIES DESCRIPTIONS:

The camp will be structured in two stages. In the first part ( 15-19th September) volunteers and women will know each other, volunteers will be introduce to the ‘world’ of the cooperative and will take part to the ongoing activities (textile atelier, English, Kurdish or computer courses, recreational activities).

Besides, volunteers will be engage in fringe activities like organizing stands, preparing information pack, cooking special traditional meals, in preparation of the Forum.

The camp’s second part (20-25th Septemper) will coincide with the Mesopotamia Social Forum in which volunteers together with women and girls of the cooperative will prepare and keep the stands and will have a part in the Forum’s discussions and activities.

Furthermore, during the camp meeting with other cooperatives and association of women as well as different civil society organization (such as Human Rights Association of Turkey; the Tigris and Euphrates cultural Center; the Storyteller [Deng Bej] association, GÖÇ DER Association for the assistant of the migrants, social cooperation and culture; Peace Mothers’ association) located in the city of Diyrabakır are planned.

During the MSF volunteers will have a free day to visitDiyarbakırand its surroundings.

FOOD (breakfast and dinner): with families.

REQUESTED LANGUAGE: basic English

FEE: 350 Euros (which include host families’ and the cooperative’s share) + flight ticket (about 250 Euro if booked in advance).

DEADLINE TO PARTICIPATE: August 18th

NECESSARY DOCUMENT: inTurkey one can travel with valid identity card. Passport is not compulsory (for EU citizens) but preferable.

For furthermore information and reservations contact:

workcamp.europalevante@gmail.com

workcamp.pangeamundi@gmail.com 

 INFORMATION

City of Diyarbakir  

Diyarbakır(in kurdish ‘Amed’)  is the regional capital of South-Eastern Turkey and it is an historic city that preserves a rich cultural and artistic heritage.

Diyarbakir has over one million inhabitants. There are many families who live below the poverty line. Several among them are families of internally displaced people (IDP) poured in  large cities of the South-Eastern Turkey since the early ’90s when during the military clashes with the guerrillas of the PKK the Turkish army has cleared, and burned in some cases, more than 4,000 Kurdish villages.

At that time, Diyarbakir has experienced exponential growth of its population from approximately 600,000 inhabitants to one million of today.

 Bağlar Kadın Kooperatifi – Bağlar Women Cooperative

The cooperative was founded in December 2005 by seven women. The first goal of the cooperative is to support women belonging to poor families ofDiyarbakirin achieving economic independence. Economic independence is in fact the first step towards more extensive freedom and independence in other spheres of social and private life. The mission of the cooperative is the re-construction of a society that sees a more active and effective participation of women in economic, social and cultural spheres. The cooperative is based in Bağlar, one of the slums ofDiyarbakir.

The women who work there are all volunteers. 

The main activities of the cooperative are:  

supporting women in finding work and opening of micro-enterprises. In recent years the cooperative has promoted the opening of an inn and a textile workshop.
organizing training courses. The training for women is also intended as an awareness of the value of being a woman, of their rights, of the possibility to be active participants in the society; 
legal support and psychological support. There are still many situations of submission to men and domestic violence. The cooperative provides support to women experiencing domestic violence, physical or not. 
In addition to specific activities the cooperative has become a meeting point in the neighborhood for women who want to get together drinking a tea.

This slideshow requires JavaScript.

Advertisements