Hasankeyf sotto vetro – trasformazioni

Posted on May 6, 2011

0



Ogni volta che torno ad Hasankeyf la trovo diversa. Non è una trasformazione naturale e non mi riferisco al fatto che ad ogni mia venuta scopro nuovi particolari, luoghi nuovi, o nuove angolazioni da cui guardarla e scoprirla nuova Hasankeyf; torno e trovo strade chiuse, inaccessibili, alberi tagliati, cancelli di ferro costruiti, reti alzate. La cittadina,  in particolare il sito archeologico della Cittadella (Kale), sta subendo modifiche permanenti: da ‘museo all’aperto’ in cui camminare liberamente prendendosi il tempo di osservare e godere del patrimonio storico-culturale passato e presente/vivente, Hasankeyf sta diventando un ‘museo chiuso’, de-limitato da cancelli e reti che segnano dove andare e come guardare.

Il 2 marzo di quest’anno il Ministero della Cultura e del Turismo ha annunciato la riapertura del sito archeologico, chiuso in seguito alla caduta di un masso che ha ucciso un uomo, a partire dal 15 aprile. Oggi, 5 maggio, il sito è ancora chiuso al pubblico con la promessa di aprire alle visite al massimo entro due settimane (20 maggio). Continuano i lavori di restauro per rendere il sito ‘non pericoloso’ ma più che tentare di rendere il sito agibile sembra i lavori siano mirati a limitarne sempre di più l’accesso. Nell’arco di questi nove mesi (dal luglio scorso quando è avvenuta la chiusura) i lavori sono andati a rilento, non sono riusciti (non c’è stata intenzione vera di) aprire il sito ai visitatori. In dieci giorni però sono riusciti a costruire due piccole casette all’entrata del sito (probabilmente per la vendita dei biglietti e postazione dei responsabili della sicurezza ) e creare lungo il vecchio percorso che porta alla cittadella una nuova strada delimitata da reti, una sorta di corridoio da cui puoi osservare ma non ‘vedere’, in cui puoi camminare ma non passeggiare/visitare. Hanno messo Hasankeyf sotto vetro, chiusa dentro una grossa bacheca di vetro da cui puoi guardarla ma non viverla, capirla, nè apprezzarla quanto merita.

Vogliono forse abituarci gradualmente alla perdita della città? Abituarci a guardarla ora attraverso buchi nelle reti di ferro prima di doverla immaginare sotto la superficie dell’acqua?

Batman, 5 maggio 2011

Notizie di oggi 7 maggio ore 10.30 – Domani, dopo nove mesi, verrà finalmente aperta la Cittadella di Hasankeyf! I lavori di recinzione sono finiti e i visitatori potranno accedere al sito attenendosi ad alcune regole: entrata in gruppo e non singolarmente accompagnati da una guida (i ragazzini di Hasankeyf) a cui il visitatore sarà libero di lasciare qualcosa. In teoria si può rimanere nel sito un tempo illimitato, in pratica dipende dalla volontà del gruppo. Domani tutti al Castello!

Advertisements
Posted in: Hasankeyf