15 Febbraio 2011 – Ricordando la cattura di Öcalan

Posted on February 15, 2011

0



 

Il 15 febbraio 1999 Öcalan viene arrestato dai servizi segreti turchi (MIT, Milli Istihbarat Teşkilati) in Kenya durante il suo trasferimento dalla rappresentanza diplomatica greca all’aeroporto. Il Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK), organizzazione simbolo della lotta kurda in Turchia, perde il suo leader.

A Diyarbakır nella giornata di ieri, 14 febbraio, uno studente di 17 anni,  Mustafa Malkoç, si è dato fuoco per protestare contro gli eventi del febbraio 1999. Oggi in molte città del Kurdistan è stato Kepenk Kapatma Günü (letteralmente il giorno della chiusura coi lucchetti), giorno di chiusura di tutti i negozi e attività in segno di protesta nei confronti dello stato turco che non vuole accettare Öcalan come possibile interlocutore nel processo di risoluzione della Questione Kurda. A Diyarbakır come ad Hakkari, Van, Yüksekova, Silopi, Adana, Derik, Kars e in  altre città delle regioni sud-orientali del paese la popolazione ha dimostrato il suo supporto ad Öcalan con la chiusura dei negozi e manifestazioni nelle strade spedendo un chiaro messaggio alle istituzioni statali: “Nonostante 12 anni di prigione Öcalan  è ancora il nostro leader e dovete accettarlo come interlocutore e promotore di una soluzione pacifica della QK”.

This slideshow requires JavaScript.

Advertisements